Crea la “Stanza del Sole”

Palmisano notte

Trasforma la tua veranda in un giardino d’inverno chiuso con delle vetrate panoramiche per viverla in ogni stagione.

Se state valutando di realizzare un giardino d’inverno, sono tanti gli aspetti che dovranno essere presi in considerazione. Questa struttura è la soluzione ideale per tutti coloro che non vogliono rinunciare al verde e alla natura anche durante la stagione fredda. Seguendo la nostra guida, avrete tante indicazioni utili per personalizzare la vostra abitazione creando un’accogliente “Stanza del Sole”.

Giardino d’inverno: come rendere unica la vostra veranda

I giardini d’inverno un tempo venivano chiamati orangerie: queste strutture erano difatti destinate a raccogliere tutte le piante da frutto che non sarebbero sopravvissute con l’arrivo dei primi freddi. Generalmente venivano realizzati nei locali adiacenti alle grandi ville di ricchi signori. Al suo interno si trovavano per lo più gli agrumi, da cui il nome. Oggi il giardino d’inverno ha perso molto di questa connotazione e viene per lo più inteso come un angolo della casa dove potersi rilassare in qualsiasi momento dell’anno. Sono tante difatti le persone che decidono di investire su verande, balconi e angoli esterni per renderli ancora più vivibili e accoglienti.

Giardino d’inverno: le normative da rispettare

In alcuni casi, il giardino d’inverno modifica la volumetria dell’abitazione, per questo è sempre opportuno rivolgersi ad un esperto e farsi guidare nella procedura da seguire. Nel caso in cui le modifiche da effettuare richiedano l’apertura dei lavori, è fondamentale richiedere i permessi di costruzione all’Ufficio Tecnico del proprio Comune di residenza. Qualora l’appartamento faccia parte di una palazzina, è necessario anche ottenere l’autorizzazione da parte dall’amministratore del condominio.

Le caratteristiche del giardino d’inverno

Esistono tante tipologie di giardino d’inverno, distinte in funzione dei materiali scelti e delle dimensioni. Alcuni sono più raccolti, altri sono spaziosi e diventano un vero e proprio prolungamento dell’abitazione.

Il telaio della struttura può essere realizzato in legno, per ottenere un bell’effetto rustico, oppure si può ricorrere al ferro battuto o all’alluminio. La scelta è legata puramente a fattori estetici.

Per la copertura normalmente si opta per il vetro, soprattutto nelle zone dove le temperature sono basse e la luce del sole non arriva in maniera diretta. Se al contrario vivete in una zona molto calda è meglio privilegiare il legno per evitare che si crei una sorta di effetto serra. Questo creerebbe problemi alla salute delle vostre piante oltre a rendere invivibile la permanenza. Se la struttura è orientata verso Nord, durante i mesi freddi è necessaria la coibentazione, mentre potrete apprezzare il clima fresco durante i mesi estivi. Al contrario, se la veranda si affaccia verso Sud, dovrete prevedere un buon sistema di climatizzazione e pensare eventualmente a dei tendaggi.

I materiali scelti in ogni caso devono assicurare il giusto livello di isolamento acustico, garantendo la privacy e facendo in modo che i rumori esterni non arrechino disturbo. Accanto al problema del rumore, non è da sottovalutare l’aspetto dell’isolamento termico. È necessario che le vetrate riescano a trattenere all’interno una temperatura ideale per consentire alle piante di poter crescere alle condizioni ottimali.

Al fine di creare un ambiente davvero piacevole, sarebbe opportuno realizzare anche un impianto di aerazione e uno di riscaldamento. Questo soprattutto per mantenere sempre in equilibrio la temperatura interna, evitando pericolosi sbalzi termici.

Vetrate panoramiche scorrevoli o vetrate a libro

Nella scelta delle vetrate, elementi caratteristici della struttura, ci sono diverse opzioni. Alcune delle soluzioni molto utilizzate per l’allestimento sono le vetrate panoramiche scorrevoli e le vetrate a libro. Entrambe consentono di risparmiare spazio e volumi, dal momento che il sistema di apertura non comporta ingombri, al contrario di eventuali porte. Inoltre, essendo sviluppate per intero sul perimetro (o comunque su buona parte di esso) lasciano penetrare all’interno molta luce. Questo consente non solo di mantenere caldo l’ambiente, ma anche di sfruttare l’illuminazione naturale. Inoltre le possibilità di giocare con i colori del telaio e con le forme danno l’opportunità di personalizzare la veranda.

Con queste due soluzioni, avrete anche un bel panorama sull’esterno, creando una condizione di continuità. In questo modo è come se non vi fosse una linea di demarcazione tra i due ambienti, dentro e fuori, ma tutto si gioca sull’effetto di apertura. Le vetrate amovibili sono pratiche e funzionali, possono essere lasciate anche aperte durante la bella stagione, dando la sensazione di essere fuori.

Se vuoi realizzare un Giardino d’Inverno o la “Stanza del Sole” leggi questo post di qualche giorno fa in cui parlo Come e perché realizzare un Giardino d’Inverno.

Lascia un commento

 
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
rimani aggiornato sulle nostre novità
Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi dell’Art. 13 D.LGS 30/06/2003, n.196 e ai sensi del D.lgs. 196/2003 e successivi
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
L'iscrizione alla newsletter è avvenuta con successo!
Le informazioni rimarranno riservate.
Privacy Policy Cookie Policy