Giardini d’inverni per locali pubblici

Una struttura protettiva, in metallo o in legno, addossata alla parete di un edificio necessita sempre di una comunicazione o di un’autorizzazione da richiedere agli Enti preposti.

Per gli edifici in condominio è indispensabile, prima di tutto, il nulla-osta condominiale.

Vengono considerate strutture fisse tutti quei manufatti le cui coperture non possono essere immediatamente o facilmente rimosse, quali: tetti in legno coperti con tegole, pannelli coibentati, lamiere metalliche o pannelli in policarbonato e similari, vetri ed altri elementi metallici.
Per gli edifici condominiali, le strutture con copertura precaria addossate richiedono sempre:

  • Un nullaosta condominiale.
  • Presentazione di una SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) all’Ufficio Tecnico del Comune di pertinenza.

Per gli edifici condominiali, le strutture con copertura fissa addossate richiedono sempre:

  • Un nullaosta condominiale.
  • Realizzazione di un progetto con verifica strutturale da parte di un tecnico abilitato (geometra, ingegnere o architetto).
  • Presentazione della pratica antisismica presso il Genio Civile (se la struttura supera determinate dimensioni o per locale pubblico).
  • Domanda di Concessione Edilizia all’Ufficio Tecnico del Comune di pertinenza e pagamento degli oneri concessori.